A proposito di conflitto…

“Il conflitto si risolve partendo dal presupposto che non siamo solo la somma algebrica di posizioni e interessi diversi, ma attraverso un forte cambiamento che spinge ciascuno a pensare al bene collettivo, all’interesse dell’associazione tutta e al riflesso che ciascuna singola azione ha sull’altro. Questo è infatti il segno maturo dell’unità e della coesione, il rispetto doveroso non verso il singolo, ma nei confronti di tutti i soci, le socie e quindi dell’Associazione.

Un patrimonio di novità e volontà deve essere preservato: il conflitto si supera anche cominciando a recuperare tutte quelle professionalità, competenze e soprattutto idealità che dal conflitto sono state marginalizzate”.

Dalla mozione “Liberiamo l’Eguaglianza” per il XIV Congresso nazionale di Arcigay (pag. 11), che sostiene le candidature di Paolo Patané e di Paolo Ferigo.

Annunci